Lascia un commento

UNA LUCE SQUARCIA LE TENEBRE!

Carissimi lettori, quando spesso diciamo che gli scenari politico-sociali attuali, indubbiamente tremendi, da noi erano stati previsti con largo anticipo (es: qui ), non pensiamo di manifestare chissà quale dote divinatoria, né di essere chissà quali scienziati della politica. Semplicemente, ed allo stesso tempo drammaticamente, riconoscendo i fondamenti dell’origine e degli sviluppi del caos odierno (qui), traiamo le logiche conclusioni che da esso scaturiscono in modo certo. E se tali fondamenti producono inevitabilmente degli effetti che persistono nel loro attuarsi, ecco che il “moto degli eventi” ad essi collegato non potrà che accelerare, verso l’inveramento degli obiettivi intrinseci. Sono praticamente 30 anni che la svolta impressa agli avvenimenti percorre con ritmo sempre più veloce la strada a cui oggi siamo arrivati, che andrà degenerando sempre più, proprio in base agli obiettivi prefissati nei piani di chi manovra il sistema. Tale minoranza, che manipola le masse attraverso i mezzi di comunicazione e l’influenza esercitata su tutti i gruppi politici presenti nei vari “consessi liberali” del cosiddetto “occidente democratico mondialista” a trazione pluto-massonica atlantica, opprime l’intero mondo. Essa ha lucidamente progettato il peggiore dei crimini che l’intera umanità abbia mai subìto, assolutamente imparagonabile ad ogni altro progetto di distruzione “igienica” mai attuato nella Storia! Anche a questo scopo è servito e serve monopolizzare l’interpretazione storiografica in modo archetipizzato inerente le cosiddette “dittature del XX secolo”, in modo da mettere innanzi alle persone lo spauracchio artificioso di immagini irrealistiche che dirottano volutamente l’attenzione dal presente lavorio delinquenziale portato innanzi da tali soggetti .

Le concezioni messianistico-politiche delle oligarchie al comando, che si avvalgono del potere economico solo in modo funzionale ai loro scopi RELIGIOSI (qui), hanno quale concreto obiettivo, come abbiamo abbondantemente discusso in tempi non sospetti, l’assoggettamento del mondo con la riduzione della popolazione globale attraverso il più gigantesco crimine mai pensato da mente “umana” (qui ... e le virgolette sono d’obbligo!). Tale assoggettamento, attiene ad una visione TRIBALE della vita, in cui i nuovi presunti “capi” auto-elettisi come tali, in virtù di un potere “divino auto-assegnatosi”, nel loro “paradiso in terra”, che diviene un inferno per tutti gli altri esseri umani al di fuori di tale cerchia, pongono ai loro piedi il “resto” delle genti e delle nazioni, resi tutti ugualmente schiavi (e risparmiati solo in parte dalla morte in qualità di bestie da soma) la cui vita non vale assolutamente nulla per la “razza dominante”, ma che deve essere vissuta dai nuovi schiavi solo con il fine di servire i nuovi padroni!

Dunque, tutto quel che avviene è orientato ad ottenere tale “obiettivo”… e quando diciamo “tutto”, intendiamo proprio tutto! Dall’economia (che in modo sempre più evidente, deve approdare all’instaurazione di un “ente globale di elemosine”, atto ad elargire un tozzo di pane ai sopravvissuti che dovranno essere schiavi degli “eletti”: qui) alla “politica” ridotta a puro avanspettacolo recitato da marionette compiacenti, dalla “informazione” menzognera eterodiretta alla medicina di regime asservita alle lobby di potere, passando alla “cultura” che rincitrullisce e deprime l’uomo bruto e atomizzato, ormai senza pensieri né volontà. Le forme con cui tale abominio dell’umanità si concretizzano, possono variare. Ma non varia mai il fine. Così, l’inferno che viviamo anche ora, è totalmente inscritto in questo scenario apocalittico e le torture, morali, psicologiche, sociali, economiche, che stiamo patendo con la scusa della cosiddetta “pandemia assassina”, sono parte integrante del progetto che vi sta a monte. Ovviamente, è risultato evidente da SUBITO che non è mai stata in questione la “salute dei cittadini” (MAI protetta da nessuno, se non da pochi coraggiosi che grazie a Dio aumentano e che sono presidio di umanità in momenti di disumanità). Anzi, dall’inizio di questa cosiddetta “pandemia assassina” (che però uccide sempre in modo “oculato”), la scientificità del male compiuto, non permette logicamente più a nessuno che sia in buona fede di coprire ancora, dietro il paravento dell’incompetenza cronica dei “politici nostrani”, l’esito già pianificato di quanto sta avvenendo. Bisogna invece ravvisare un disegno drammaticamente chiaro e lineare, niente affatto gestito da incompetenti, in cui la somministrazione in massa di medicinali, il cui pericolo emerge solo parzialmente (qui) e in modo totalmente strumentale, per manipolare ulteriormente le persone, rappresenta solo una parte del male nel tutto infernale di cui scriviamo. I cittadini costituiscono ormai soltanto “un numero”, come ci ha inculcato per decenni in modo ossessivo la filosofia liberale. Ci hanno sempre detto che “il numero è forza di partecipazione”, ma ciò che era davvero necessario per chi comanda è che sia passato il concetto che sottende tale assunto, ovverosia che SIAMO SOLTANTO NUMERI. Come tali DOBBIAMO comportarci e dunque “obbedire”, perché i “numeri”, molto “democraticamente” detterebbero legge. Sarebbero “i numeri” che ci ordinano di essere deportati in una delle peggiori persecuzioni mai viste sulla faccia della terra. Perché se “i numeri” dicono che la cosiddetta “pandemia assassina” fa la sua “oculata” mietitura, allora “i numeri” hanno certamente ragione! Ovviamente, siccome “i numeri” rappresentano i nuovi “déi” (certamente minori rispetto agli autoproclamatasi “nuovi padroni”) nessuno si deve chiedere chi produce e come interpreta tali cifre. Ma, anche questo, fa parte di tale immonda messinscena criminale.

Come di consueto, quindi non da ora, le “lunghe mani” della persecuzione attuata dai consapevoli vassalli (che barattano la vita di tutti gli uomini per partecipare delle briciole di potere loro elargite dai padroni del sistema) hanno una parte fondamentale in tale disegno criminoso. Anche durante lo svolgimento di questo gioco al massacro, i peggiori nemici del popolo, ovvero i zelatori di “santa liberal-democrazia”, “sacerdoti del sistema perfetto”, che sarebbe solo “minato dalle mele bacate”, deviano l’attenzione degli ignari verso battaglie politiche fasulle, che hanno solo lo scopo di mantenere saldamente tutti i cittadini dentro i confini del sistema retto “ufficialmente” dalle neo-divinità numeriche. E così, come è già accaduto per l’ingresso nella cosiddetta “Unione Europea”, che ha visto nascere il “fronte dei sovranisti”, ovvero gli adepti della “santa costituzione antifascista”, anche ora, gli stessi valvassori procedono alla santificazione della medesima “carta costituzionale” già impostaci a mezzo dell’occupazione militare permanente della nostra Nazione da parte dei cosiddetti “liberatori a stelle e strisce”. Tale “carta”, di senso volutamente ambiguo, ibrido e contraddittorio (“Ogni regno in sé diviso, crolla”, dice Qualcuno), proprio per questa sua forma, permette di illudere i semplici per un verso e di respingere concretamente dall’altro, quel finto “dio-numero” ai margini della società. Così, mentre noi fascisti de “IlCovo” abbiamo già mostrato esattamente tale scenario ai cosiddetti “sovranisti” (qui), ecco che ora, mutatis mutandis, proprio i “guardiani ufficiali” della costituzione sbattono in faccia ai fautori del “numero sovrano” quello che noi avevamo rilevato, come apostati del “dio liberale” (qui). Lo stesso vale per gli atti di autentica tirannide monocratica, o se preferite oligarchica, che sottendono agli illegali editti per il “contenimento” della cosiddetta “pandemia assassina”. In modo isolato e disgregato, alcuni giudici li hanno evidenziati (es: qui e qui). Ma, siccome la “costituzione più bella del mondo” è volutamente “ambigua”, un tale evento, che in altri casi sarebbe stato considerato di gravità estrema, non ha di fatto rappresentato assolutamente NULLA, se non una piccola “valvola di sfogo” per i cittadini esasperati ed allo stremo, che è possibile utilizzare, per poter sopravvivere, ma che non rappresenta altro se non un palliativo inconcludente.

Così ci stanno letteralmente portando verso il fondo dell’abisso. Ma cosa c’è al fondo di questo scenario da incubo? C’è una Luce. Si, in mezzo al buio fitto di tali piani criminali su scala planetaria che si vanno realizzando, con annessa costruzione di fittizi “paradisi terreni per pochi” che sono inferno tangibile per tutti gli altri, una Luce di speranza squarcia però le tenebre. Ed è vero che adesso è giunto il momento di procedere alla separazione, quella tra i Figli di tale Luce, dai figli del buio più fitto. Questa Luce è incarnata dalla nostra Civiltà Romano-Cattolica Mediterranea, degnamente rappresentata dalla Civiltà Fascista. Tale Luce, ancorché fioca al momento, brilla sempre più fulgida nel fitto dell’oscurità, squarciando le tenebre dell’ignoranza e della paura, avendo la forza di crescere sempre più per essere un giorno Faro capace di guidare tutte le genti. Dunque bisogna prendere coscienza che ESISTE la soluzione ai nostri mali. Si DEVE guardare con fiducia a questa Luce, aprire gli occhi, essere consapevoli, cominciare a mettere in pratica in modo concreto ed intransigente i valori che tale civiltà esprime, rifiutando di sbranarci a vicenda, ri-unendoci, sulla base di tali valori imperituri. Quando lo capiremo, inizierà la marcia per la vittoria finale, CHE SARA’ NOSTRA!

RomaInvictaAeterna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: