3 commenti

LA VERA LOTTA ALL’EUROCRAZIA PLUTOCRATICA E’ LOTTA TOTALE CONTRO LA LIBERAL-DEMOCRAZIA!

Come abbiamo  sempre affermato e ampiamente dimostrato in tutta la nostra attività politico-culturale, vi sono dei solidi pilastri ideologici che, prima di ogni altro elemento ulteriore, garantiscono la stabilità del sistema plutocratico pescecanesco che ci sovrasta, tutti incentrati sulla gigantesca trappola culturale dell’intangibilità dei cosiddetti “valori” espressi dalla “democrazia liberale”. Tra questi, il costante appello alla “sovranità dei parlamenti ed alla sacralità delle costituzioni”. Ne abbiamo parlato anche di recente ( qui ). Vogliamo, ancora una volta denunciare ai nostri lettori come l’apporto maggiore alla stabilità del sistema plutocratico, finisce per essere indirettamente garantito proprio da coloro che presumono di contestarne la condotta pratica senza però metterne in discussione la visione ideologica da cui tale condotta criminale scaturisce, come se tra questi due aspetti non esistesse un evidente rapporto diretto di “causa” ed “effetto”. Dobbiamo riconoscere in questo “limite”culturale indotto a mezzo di decenni di propaganda ed escogitato scientemente da chi tira i fili, ovvero gli organismi sovranazionali che anche codesti gruppi contestano (di fatto, solo formalmente), la vera arma segreta e l’asso vincente degli usurai eurocratici. Il costituendo “nuovo disordine mondiale” non può immaginare nulla di meglio del sostegno indiretto dei propri stessi contestatori, né sperare di arginare e canalizzare il malcontento montante delle masse in modo altrettanto efficace. Avevamo già espresso di recente sia il nostro apprezzamento che le relative critiche per un video pubblicato sul sito “Byoblu“, che solitamente diffonde contenuti molto interessanti. Vogliamo commentare altri due video, presenti sul medesimo sito, incentrati sullo stesso argomento, ovvero il cosiddetto M.E.S. (meccanismo europeo di stabilità) o E.S.M. di cui anche noi fascisti de IlCovo ci occupiamo da diversi anni :

Ebbene, ogni denuncia espressa in questo filmato è sacrosanta ed assolutamente pertinente. Anche l’appello finale è pienamente condivisibile, ovvero la richiesta rivolta a tutti i cittadini responsabili di opporsi direttamente a tale stato di cose, se non si desidera esserne corresponsabili. Il problema, come al solito, risiede però nella sostanza della soluzione che viene proposta: essa risiederebbe nella costituzione di partiti o movimenti parlamentari, che basassero il proprio programma sulla opposizione all’E.S.M. o M.E.S. che dir si voglia. Ma noi fascisti chiediamo, senza alcuna  retorica: in che modo, un tale partito o movimento, potrebbe mai ottenere concretamente l’abolizione del M.E.S. considerato che, sempre nel video di “Byoblu”, da noi precedentemente citato (qui), si dice testualmente che “NESSUN PARLAMENTO può svincolarsi legalmente da tali trattati sottoscritti”? Come può concretamente un movimento politico dirsi anti-E.S.M. ed operare efficacemente contro di esso, rispettando contemporaneamente una presunta legalità incentrata proprio sui truffaldini meccanismi politici parlamentari ed i principi ideali criminali del liberalismo, che hanno entrambi generato quell’aborto politico plutocratico che si chiama “Unione Europea”? Siamo o non siamo precipitati in questo scenario storico-politico da incubo PER MEZZO della democrazia liberale parlamentare? E’ previsto dalle “Costituzioni democratiche” che si possano formare “governi di larghe intese” ovvero “venduti” (il caso della Germania), o “governi tecnici” ossia “collusi” (il caso della subalterna scema, l’ “Italia”), il tutto in modo indiscutibilmente “democratico” e con assoluto rispetto per la “sovranità parlamentare”, ma in spregio totale degli interessi morali e materiali di Nazioni e Popoli? Sotto quale regime politico istituzionale siamo entrati nella cosiddetta “U.E.”? Con quali governi “nazionali”? Se non si risponde in modo netto e chiaro a queste domande, qualsiasi denuncia come quella presa in esame, che pure risulterebbe condivisibile nei toni, diventa un semplice esercizio di retorica! Abbiamo ARGOMENTATO IN MODO PROVATO che il fondamento degli attuali problemi politici ed economici del popolo italiano, risiede proprio nella sua “costituzione” ( qui ); risiede, in definitiva, nella concezione liberal-democratica che ne sta a fondamento e nell’abolizione della sovranità di già attuata alla fine della Seconda guerra mondiale, obbligando l’Italia a collocarsi tra le nazioni guidate formalmente dal blocco plutocratico anglo-americano! Da quel momento, dopo la forzata ratifica del trattato di “pace” con gli Alleati, con la nascita dell’assetto euro-atlantico e con la conseguente spartizione mondiale in zone di influenza tra americani e russi, ripetiamo, già da quel momento, la CESSIONE di sovranità  era avvenuta di fatto! Tutto il resto è pura RETORICA, pura menzogna e propaganda! L’OGGI presente è figlio diretto di quella situazione politica! Ecco, dunque, che la realizzazione dell’odierna cosiddetta “U.E.”, risponde a quell’ idea inveterata e perseguita immediatamente in quegli anni ormai lontani, secondo i “sogni” dei “padri di Ventotene”, un’idea di europa, quella dell’eurocrazia attuale, che risponde esattamente a quanto essi desideravano realizzare! Basterebbe informarsi per capire che NESSUN principio liberal-democratico è stato tradito o distorto sull’altare di tale “mostro” plutocratico, che di tali principi, anzi, è proprio figlio diretto e legittimo! …oggi si sta solo legalizzando di diritto un piano escogitato 70 anni addietro ed attuato  progressivamente, di fatto, da decenni, con la complicità di tutti i partiti politici legali di destra, centro e sinistra presenti nei parlamenti nazionali ed in quello europeo… null’altro !!

…e passiamo al secondo video…che rappresenta la chiusura del cerchio!

Abbiamo già fatto notare il non-senso logico dell’invocare l’articolo 11 della cosiddetta “costituzione italiana” per invalidare la ratifica del trattato di adesione al M.E.S., poiché, in definitiva, ci si appella ad un articolo che comunque, nella sostanza, acconsente a “limitazioni della sovranità nazionale”, vergognosamente previste dai “padri costituenti democratici” ! In sostanza, l’errore a parer nostro consiste nel contestare l’adesione al M.E.S. con un vizio di forma e non, come dovrebbe invece essere, a priori e in linea di principio assoluta, quale inammissibile crimine di lesa sovranità nazionale e popolare, cioè in qualità di reato sempre e comunque totalmente inammissibile in qualsiasi frangente e circostanza, sotto pena dell’accusa di alto tradimento!  Ancor più brevemente, noi affermiamo categoricamente che, chi contesta seriamente il M.E.S. lo dovrebbe fare coerentemente contestando ugualmente la “Costituzione Italina” e l’intero ordine liberal-democratico oggi vigente in Europa e nel cosiddetto “occidente democratico”! Tutti i trattati finora stipulati e attinenti l’adesione alla “U.E”, infatti, si rifanno alla lettera del famigerato articolo 11 della nostra democratica Carta costituzionale! Proprio in base al pretesto buffonesco e ipocrita (il che definisce da sè lo spessore di tale “carta”) del “ripudio della guerra”…come “strumento di risoluzione dei conflitti” si è fatto passare come dato ineludibile l’attuazione delle limitazioni alla sovranità nazionale, e così, di limitazione in limitazione (chi mette un limite alle limitazioni?), si è giunti a concretizzare l’infernale scenario europeo attuale. Che senso ha allora il continuare a dire, appellandosi all’attuale “costituzione democratica e antifascista”, che tale “limitazione” non è stata operata “in condizioni di parità” con gli altri Stati? Le limitazioni della sovranità nazionale a vantaggio degli organismi sovranazionali plutocratici, “costituiti per la pace”, sono o non sono rispondenti ai fondamenti ideologici della CARTA COSTITUZIONALE DEMOCRATICA? E tali organismi, nei loro presupposti formali, vengono spacciati o no quali mezzi costituiti (proprio come si dice nel primo video nel caso del cosiddetto “fondo salva stati”) … per “salvare gli stati” ? E’ chiaro che tali presupposti sono MENZOGNE belle e buone, ma le forme sono pienamente rispettate; dunque, in definitiva, volendo formalmente restare nella “legalità” liberal-democratica, a chi e a cosa ci si dovrebbe appellare legalmente contro il M.E.S. e contro la Banca Centrale Europea ed il Fondo Monetario Internazionale che vi stanno dietro? …in breve, agli stessi organismi di cui sopra ed alle regole da essi escogitate, che hanno consentito proprio l’avverarsi di tali scenari terrificanti !!!  Ecco perché diciamo da sempre che tali modalità di contestazione risultano assolutamente inutili !!

Il sistema va certamente contestato, ma integralmente, non solo in parte; tantomeno accettando le regole che esso impone, pena l’inutilità di qualsiasi battaglia politica. In un tale contesto, aspettarsi che la soluzione possa venire da uno qualsiasi dei movimenti o partiti presenti nei vari parlamenti o che aspiri ad entrarvi, a prescindere dall’estrazione o dal colore o dal nome di tale soggetto, costituisce di per sé, perdonateci la franchezza del linguaggio, un atto senza pari di solenne imbecillità politica …o di plateale malafede! Ecco perché, prima che ce lo dicesse Messora qualche giorno addietro (qui), noi affermavamo di già nel 2012 (vedi qui)  che il “movimento 5 stelle” di Beppe Grillo serviva solo a incanalare la protesta dei cittadini verso un innocuo soggetto politico funzionale alle logiche della lobby massonico-plutocratica che detta legge nell’Unione Europea; proprio come nel caso dei movimenti di destra presenti nel parlamento europeo, tutti indistintamente anni luce distanti dalla concezione dello Stato fascista, checché ne dicano i media asserviti del sistema plutocratico, e che oggi fanno finta di voler contestarne l’essenza politica (vedi qua), ma che rappresentano l’ulteriore strumento di questo piano di egemonia della plutocrazia mondialista! La vera lotta all’eurocrazia plutocratica è lotta totale contro la liberal-democrazia!

Per questo, lo diciamo senza astio e senza alcuna presunzione, rivolgendoci umilmente a tutti, dunque anche a Valerio Lo Monaco e Claudio Messora, non ci stancheremo mai di ripetere che, pur apprezzando sinceramente le denunce presenti sulla rete, va necessariamente fatto un passo ulteriore, poiché la vera soluzione sta nell’abbattimento, graduale e intelligente, del sistema vigente e della sua sub-cultura; cominciando con lo sganciarci ideologicamente dalla trappola del canone liberal-democratico quale unica categoria politica legittima e condivisibile! Ciò si può ottenere solamente e senza giri di parole con la piena denuncia del MALE, ma anche e soprattutto con la consapevolezza del RIMEDIO! Pensate forse che sia casuale il fatto che tutte le forze politiche che dicono peste e corna da più di 70 anni del Fascismo e di Mussolini e che contrastano con ogni mezzo un ideale che, di fatto, risulta politicamente assente sugli scranni di qualsiasi parlamento dal 1945, siano proprio quelle che esaltano la bontà e validità dell’Unione Europea e dei suoi principi, quelle che ad essa hanno dato vita? …riflettete e fate semplicemente 2 + 2 !! Unirsi, dunque, SI! … ma all’insegna dei principi di sovranità e civiltà che stanno a fondamento della vera identità europea, che è ROMANA, principi rappresentati solamente dal FASCISMO e dalla sua concezione Nazionale e Universale incentrata sullo Stato Etico Corporativo, unico presidio efficace per la salvezza di tutti i popoli civili, in grado di tutelarne il benessere materiale e morale!

…MEDITATE E SCEGLIETE DA CHE PARTE STARE!

IlCovo

Annunci

3 commenti su “LA VERA LOTTA ALL’EUROCRAZIA PLUTOCRATICA E’ LOTTA TOTALE CONTRO LA LIBERAL-DEMOCRAZIA!

  1. Il tasto facebook non fa condividere

  2. Allora è un problema mio, scusate.

    Riguardo l’articolo, il vero problema è che la plutocrazia, oggi, ha come alleato quasi tutto il mondo intellettuale (in fondo è sempre stato così, ma oggi più di ieri) tant’è che se provi anche solo a nominarla….ti tacciano di complottismo becero, usando l’odiosa arma della derisione. Ti accoltellano alle spalle e col sorriso, in pratica. Il mondo non intellettuale, invece, risponde con il razzismo. Fino a qualche anno fa alcuni militanti di Casapound e simili si sforzavano di presentare il Fascismo come un ideologia fondamentalmente non razzista ( girava una foto con Di Stefano assieme ad un africano che si salutavano romanamente, e per un periodo girò un’altra foto che ritraeva un militante di colore ad un corteo di Blocco Studentesco) ma oggi ho l’impressione, che è quasi certezza, che si voglia far pressione su sentimenti xenofobi. A Roma gira un manifesto di Lotta Studentesca (Forza Nuova) che ritrae “Danny” di “American History X” che soffia in faccia fumo ad un afroamericano (quello che poi lo ucciderà, se non erro), con sopra scritto “resistenza etnica”. L’aria che tira è quella, anche tra i militanti di casapound. Il risultato è che la lotta dei popoli, tutti i popoli di qualsiasi etnia e religione contro la plutocrazia massonica, di cui gli intellettuali quasi negano la stessa esistenza, diventa lotta tra razze, di hitleriana memoria. La plutocrazia vuole, la sinistra intellettuale foraggia, la destra distrae la massa. Cristallino, direi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: