Lascia un commento

DI SOVRANITA’, POPULISTI NOSTRANI E CONTESTATORI PARZIALI!

Cari lettori, come ben sapete, abbiamo da sempre sviscerato e analizzato, con dovizia di particolari, la tragica realtà dei fatti in merito al “grande inganno” che come cittadini di una inesistente repubblica libera e sovrana, tutti noi viviamo quotidianamente. Ogni giorno, proviamo ad aggiungere ulteriori tessere per comprendere meglio quel mosaico politico inverecondo incentrato sull’ipocrisia del politicamente corretto che spadroneggia nella ex Italia, in modo da svelare il disegno al quale tale piano criminale sottende, ossia l’abominio orripilante di un mondo governato da una ristretta minoranza di “illuminati”, ovvero le elites dell’oligarchia finanziaria pluto-massonica che si sono arrogate il “diritto di vita e di morte” sul resto dell’umanità, decidendo arbitrariamente chi sia “degno” di sopravvivere in qualità di loro schiavo e chi invece debba essere eliminato, per mantenere un presunto “equilibrio” in un pianeta sfruttato e assoggettato interamente al loro arbitrio. Non siamo mai stati generici nelle nostre accuse. Abbiamo dato nomi, volti, storie, a ciò che denunciamo. La fase storico-politica che stiamo vivendo è la peggiore da parecchi decenni a questa parte, poiché rappresenta con tutta probabilità l’apice del “grande inganno”. Questo perché in tale fase, chi gestisce il potere deve garantire il radicamento e la stabilizzazione dello “status quo”. Tutto pare, oggettivamente, essere stato previsto nei minimi dettagli; come previste e preparate sono le “crisi” economico-sociali; previste e preparate le “crisi politiche”; previste, preparate e sapientemente incanalate, le reazioni istintive della “massa istupidita” a mezzo di televisioni e giornali. Ciò che scriviamo, lo abbiamo dimostrato, non è frutto di pregiudizi o di chiusura mentale preventiva, ma di fatti che risultano chiari, naturalmente se si è disposti a volerli osservare. Ma così come sono stati pianificati gli obiettivi a lungo e medio termine, ribadiamo che i burattinai che tirano i fili dei pupi che animano lo spettacolo, hanno già pianificato anche le reazioni ed il contenimento del “popolo bove” che essi vogliono dominare. Vogliamo portare ulteriori esempi al riguardo. Sappiamo bene, infatti, che specialmente sulla rete internet non mancano contestatori del sistema vigente al potere, ben più esperti di noi nella comunicazione. Emblematico il caso del giornalista Maurizio Blondet, che più volte noi stessi abbiamo citato e commentato in virtù delle sue critiche assai condivisibili. Di recente egli ha fatto un’analisi degna di nota (QUI), dove scrive ciò che per noi rappresenta la “scoperta dell’acqua calda”, ovvero la descrizione dello sviluppo pianificato a tavolino da “soggetti terzi” delle improvvise “ascese e cadute” dei politicanti di facciata scelti dalle elites plutocratiche al comando, personaggi politicamente insignificanti (come Macron, per l’appunto) comparsi dal nulla, le cui fulminee carriere e i successivi rovesciamenti sono eterodiretti per fini “superiori”, ovvero per garantire alle lobby pluto-massoniche di cui sopra il potere.

Dunque, il nostro amico Blondet, riprendendo un articolo critico di un altro noto polemista, Antonio Socci, fa anche notare che il “sentimento sovranista”, come tutti gli altri “sentimenti” della folla, qualsiasi essi siano, è sapientemente gestito dalle suddette elites, già padroni dell’informazione ufficiale, che hanno il potere di “soffiare” su di esso per meglio dirigerlo ed incanalarlo verso la soluzione politica ad esse più congeniale. Fin qui nulla da obiettare! E’ proprio quello che andiamo scrivendo anche noi fascisti de IlCovo da sempre. Ma, allora, direte voi, perché volete “fare le pulci” a coloro che combattono una battaglia comune alla vostra? Per amore di verità! …ebbene si, cari lettori, poiché come sempre “il Diavolo si annida nei dettagli”! Noi, in questo caso, con la speranza nel cuore che coloro che contestiamo stiano errando senza rendersene conto e che possano ritornare sul sentiero della “retta ragione”, sentiamo il preciso obbligo morale di denunciare a loro stessi per primi il loro errore (come avevamo già fatto lo scorso anno con gli amici Messora e Lo Monaco, QUI), ossia la funzione dei “contestatori parziali” quali pedine inconsapevoli ma fondamentali per la tenuta del sistema pluto-massonico globale, che risulta chiara solo andando a sviscerare il contenuto effettivo delle loro polemiche. Dove, dunque, gli italici Blondet, Messora, Socci, insieme a tanti altri paladini della “sovranità nazionale”, si rendono utili, anzi utilissimi, loro malgrado, al Sistema pluto-massonico, che pure essi dicono di contestare? La risposta è tanto semplice quanto IGNORATA, poiché essi si rendono complici del Sistema quando riconducono politicamente al suo interno il loro uditorio, altrimenti formato essenzialmente da cittadini sentimentalmente riottosi e disillusi, pronti a staccarsi politicamente in modo definitivo da esso. Essi, infatti, dopo aver prima giustamente denunciato la funzione disgregatrice ed antipopolare del sistema elitario pluto-massonico globale vigente, sostanzialmente incentrato sulla cosiddetta liberal-democrazia parlamentare di marca anglo-americana, con gli annessi inganni orditi grazie all’avallo dei media asserviti al sistema medesimo, anziché arrivare alle logiche e necessarie conseguenze scaturite dalle loro denunce, ovvero rigettando in toto premesse filosofiche e metodologiche di tale falsa democrazia, scelgono invece la via breve, apparentemente più semplice. Così in modo del tutto arbitrario, senza spiegarne razionalmente il motivo, ritengono di trovare la soluzione politica, quella cioè capace di ridare dignità al popolo italiano e in grado di restituire ad esso la sua invocata ed agognata SOVRANITA’, restando sempre dentro lo stesso sistema che pure criticano e che tale sovranità ha oggettivamente alienato, accettandone le regole, accontentandosi dei palliativi politici che esso stesso mette a disposizione degli elettori. In che modo? … ebbene, la risposta politica sarebbe costituita dal cosiddetto “Governo del cambiamento Giallo-Verde”!!!!

Lavorando di fatto (in alcuni casi anche formalmente) per la diffusione del consenso diretto e/o indiretto, intorno all’attuale esecutivo italy-ota del cosiddetto “cambiamento” (sempre gestito dai soliti noti, ovvero dal governo statunitense e dunque dalle lobby a cui esso fa capo), essi rappresentano, quindi, un elemento fondamentale al fine di NON catalizzare l’attenzione dell’opinione pubblica sulla critica alle “istituzioni sistemiche” in quanto tali. Di fatto “dimenticano”, tanto quanto hanno fatto i loro referenti politici, tutta la propaganda contestatrice pre-elettorale ed elettorale, non concentrandosi più cioè sull’ “odiata” Troika, sulle commissioni euro usurocratiche, sulla B.C.E. , ecc., ma solamente sulle “attività” contingenti del governo del presunto “cambiamento”; sull’altrettanto presunta e arbitraria definizione di “governo osteggiato dalle elites”, per cui i compromessi fatti subito da penta stellati e leghisti sarebbero da addebitare ad una “lotta intestina” con le istituzioni ufficiali nei confronti delle quali essi sarebbero soggetti politici deboli ed in posizione subordinata, lotta tutta da dimostrare (e se questo fosse anche vero, non farebbe che confermare la criminalità antipopolare endemica del sistema stesso). Ovviamente, tale “lotta” si traduce politicamente così nelle polemiche sulle notizie del giorno pilotate dai media “scendiletto del potere costituito”. Dunque lotta di facciata sul nulla, poiché concretamente al nulla approda. Al riguardo, proprio a mo di esempio emblematico,  eccovi un articolo che chiude, se mai ce ne fosse stato bisogno, la questione fasulla inerente la farsa del respingimento-accoglimento nella ex Italia dei deportati pseudo-profughi, ovvero l’esodo pianificato e guidato di masse di schiavi ad uso dei pluto-massoni globali, sul quale da mesi viene ossessivamente focalizzata l’attenzione della pubblica opinione: (QUI).

Ebbene: che la cosiddetta ex Italia dovesse sottostare agli ordini impartiti dal padrone statunitense a mezzo dell’adesione obbligatoria a trattati politico-militari come la N.A.T.O. o al sistema politico economico della U.E. governata dalla Banca Centrale Europea (cioè dal Fondo Monetario Internazionale con sede a Washington), adesioni che il popolo italiano non ha mai scelto, voluto né ratificato e sulle quali non può né deve avere alcuna voce in capitolo, era già pacifico (ECCO LA SOLA E VERA QUESTIONE ATTINENTE LA NOSTRA SOVRANITA’ CHE NESSUNO DEI COSIDDETTI  “CONTESTATORI” HA MAI IL CORAGGIO DI DENUNCIARE APERTAMENTE E SENZA GIRI DI PAROLE!). Ma che tutto ciò venga attuato attraverso il sostegno ad un presunto quanto inesistente “governo della sovranità e del cambiamento” che tali vincoli politico-economici capestro non ha alcuna intenzione di mettere minimamente in discussione, è un risultato clamoroso, ottenuto con scienza luciferina da chi regge i fili del cabaret politico nostrano e di tutti i suoi pupazzi, da destra al centro fino alla sinistra, passando ovviamente per gli “stellati” ed i “lumbard”. Dunque, per ritornare alla critica che muoviamo ai nostri amici “contestatori parziali”, ascoltando ed osservando parole e fatti dell’attuale “governo italy-ota”, a fronte dell’opposizione al sistema assunta in modo strumentale durante le campagne elettorali e oggi dimenticata, a fronte dell’azzeramento dei veri temi “caldi” attinenti la sovranità reale del popolo, a fronte dell’attuazione della STESSA agenda globalista, con la concessione a qualche sterile polemica politica di facciata che lascia di fatto invariata la situazione (vedi il presunto blocco degli sbarchi, lo stop formale all’obbligo dei vaccini, lo smascheramento del presunto razzismo di massa) IN BASE A QUALE MOTIVO, CI CHIEDIAMO E VI DOMANDIAMO, MACRON DOVREBBE ESSERE UNA MARIONETTA “PILOTATA DAL SISTEMA”, E INVECE SALVINI E DI MAIO NO?

SECONDO QUALE CRITERIO LOGICO LA COSIDETTA “SINISTRA” OPERA IN SPREGIO ALLA SOVRANITA’ DEL POPOLO ITALIANO (il che è vero) MENTRE SALVINI, DI MAIO, TRIA, E COMPAGNIA DANZANTE, CHE HANNO RIBADITO DI NON METTERE IN DISCUSSIONE N.A.T.O. E UNIONE EUROPEA, INVECE NO?

Questo genere di operazioni politiche di facciata, che sembrano scoperte l’altroieri, sono invece costitutive dello stesso sistema liberal-pluto-massonico importato a forza dagli Stati Uniti e rodato negli ultimi 70 anni. Ricordiamo un similare espediente attuato dallo stesso “compagno Palmiro Togliatti”, quando pensò bene di inserire il Tricolore nel simbolo del suo partito e di “assorbire” alcuni temi cari al cosiddetto “identitarismo”. D’altro canto, anche storicamente, l’ “indentitarismo” non è mai stato un reale ostacolo all’attuazione di piani materialistici delle lobby plutocratiche. Anzi! Questo tipo di “identitarismo”, più istintivo che ragionato, più sentimento che idea, si sposa benissimo con certi socialismi di tipo tribale, che poi, sapientemente pilotati, sfociano in quelli più “consoni” al modello keynesiano, e in ultima istanza riapprodano sempre alla liberal-democrazia individualista di marca anglo-americana (QUI). Per non parlare poi del falso e artificiosissimo “indetitarismo europeo” che sta dietro la propaganda della “U.E.”, strombazzato ampiamente da media e giornalisti generalisti con apposite campagne di informazione martellanti, finanziate casualmente tutte da “Bruxelles, che mostrano come l’informazione ufficiale libera e imparziale risulti nei fatti una chimera inesistente. Ugualmente in modo del tutto strumentale è stata inaugurata la campagna sugli psico-reati orwelliani incentrata sulle cosiddette “bufale della rete” e molti hanno mangiato la foglia. Ma, anche in questo caso, i “molti” sono liberi di diffondere i propri media, senza nessun reale inciampo, solo nella misura in cui ciò torna utile, ovverosia contribuendo comunque alla tenuta del sistema stesso: (QUI).

ORDUNQUE, DOMANDIAMO ANCORA UNA VOLTA: IN BASE A QUALE CRITERIO LOGICO IL SISTEMA DOVRBBE SENTIRSI “MINACCIATO” DA SALVINI E DI MAIO E DAL LORO GOVERNO? 

Una breve nota in chiusura sulla “querelle” economica. Ebbene, davanti ai quintali di aria fritta raffreddata e strombazzati dai media in merito alle cosiddette “riforme” strutturali (tema ciclico anche questo), l’agenda economica liberista imposta all’ex Italia dalla plutocrazia usuraia prosegue come se nulla fosse (QUI), al netto delle polemiche propagandistiche. La sostanza dei fatti, ossia che la cosiddetta “U.E.”, cioè la Banca Centrale Europea, resta la vera e sola “direttrice” delle politiche economiche a cui sono sottoposti i popoli ormai sottomessi del “vecchio continente”, rimane ferma ed immutabile, senza che nessuno abbia seriamente il coraggio di metterla in discussione. Però, i balletti propagandistici e le polemiche fasulle innescate ad arte per distogliere l’attenzione della massa intontita, come quelle sui vitalizi aboliti, sui ministri che affermano la presunta volontà di abrogare il “reato di opinione sul Fascismo” presente nella legge Mancino, così come ieri dalla parte opposta si voleva inasprire con la legge Fiano tale reato, per mobilitare gli elettori dell’una o dell’altra parte, continuano sempre (QUI). Ma, ovviamente, nessuno disobbedirà alla “U.E.” e nessuno abolirà la “legge Mancino”…però… mutatis mutandis, intanto il carrozzone traballante della politica della repubblica delle banane Italy-ota continua stancamente a trascinarsi avanti e a prender tempo, perpetuando la sua inutile esistenza! …sempre servilmente ossequioso e obbediente agli ordini del “padrone a stelle e strisce” che detta legge nella ex Italia! …sempre timoroso dell’incubo che tenta ad un tempo di esorcizzare e perseguitare in tutti i modi, dell’unica reale minaccia ideale (ancorché politicamente inesistente) che lo assilla davvero fin dal principio, lo Stato Etico Corporativo Fascista! …e allora, cari amici che contestate questo sistema, ma solo in parte, meditate su quel che vi scriviamo, pensate che, quando si vuol cominciare davvero a cambiare, le cose non si lasciano mai a metà, ma si tira dritto fino in fondo, portando il cambiamento sino alle sue logiche e necessarie conseguenze… altrimenti, inevitabilmente, si ritorna sempre al punto di partenza!

RomaInvictaAeterna

 

 LA NOSTRA IDENTITA’FASCISTA!

LA NOSTRA IDENTITA’FASCISTA!

LA NOSTRA IDENTITA’FASCISTA!

LA NOSTRA IDENTITA’FASCISTA!

LA NOSTRA IDENTITA’FASCISTA!

LA NOSTRA IDENTITA’FASCISTA!

LA NOSTRA IDENTITA’FASCISTA!

LA NOSTRA IDENTITA’FASCISTA!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: