2 commenti

Un paesotto a sovranità azzerata dal 1943 ? … “yes we can”!

NW0127

Che il simulacro di ente denominato “repubblica delle banane antifascista”, impossibile da qualificare con il termine Stato, fosse  solo una tragica barzelletta nella storia del mondo, del “quarto mondo”, è ormai risaputo e purtroppo sotto gli occhi di chi ha ancora un briciolo di coscienza (pochi).

Ma certo, vedere sbattuta in prima pagina sui giornali e nelle televisioni e ribadita continuamente tale umiliante realtà, senza la benché minima accortezza, nemmeno l’attenzione per le forme, fa davvero impressione tanto risulta degradante, non già per i delinquenti prezzolati che attuano quotidianamente questa farsa sulla pelle del cittadino medio, ma proprio per chi la subisce senza battere ciglio. L’ultima parentesi sulla “sovranità politica azzerata” della repubblica delle banane è stata aperta dal “rivoluzionario pentastellato” per eccellenza: il comico Grillo. Nell’intervista recente con il “funzionario della burocrazia televisiva” Mentana, in una fiammata difensiva pro-Bersani, che a suo dire sarebbe stato lasciato solo, “poveraccio” (testuale), da tutto il suo partito in favore di Letta, egli si “sbottona” rivelando (quale rivelazione!) che il destino di Bersani era già stato deciso da altri. Indovinate da chi? Forse dai “cittadini buoi”? Impossibile per la “democrazia antifascista”! Forse dai “politici” corrotti della repubblica antifascista? Nemmeno: è dal 1943 che non possono fisicamente fare nulla in autonomia, neanche leccare i piedi ai plutocrati (devono ricevere un ordine per farlo!). Da chi, allora? Forse polizia, carabinieri, magistrati? Chi mai? Beh, nessuno dei “pupi” fin qui nominati! Infatti come possono i “pupi” muoversi da “soli”? Non s’é mai visto, ci deve essere necessariamente un “puparo”, come in tutti i teatrini che si rispettino! E dunque ecco a voi la risposta: Grillo “rivela” che la decisione è stata presa dall’ Ambasciatore Inglese ( http://www.tmnews.it/web/sezioni/top10/grillo-letta-e-l-ambasciatore-inglese-si-smentiscono-a-vicenda-20140324_134154.shtml )! Ohibò! Ma che strano! Possibile mai che la democraticissima Albione, con i democraticissimi membri della “Banca centrale europea”, insieme ai democraticissimi statunitensi, abbiano potuto addirittura permettersi di  “disporre  e ordinare” cambi di poltrona nei vertici politici ed in quelli istituzionali di questo straccio di “ente” chiamato repubblica delle banane antifascista? … addirittura in barba alla intangibile e democratica sovranità elettorale del popolo? Ma no! … che maligni che siamo noi fascisti! Grillo, però, prosegue e ci porta a conoscenza del motivo per cui fa questa affermazione. Noi siamo trepidanti, perché sappiamo che lui è un “rivoluzionario che lotta contro il sistema”, per la “sovranità” dei cittadini (e infatti si candida alle europee, aspirando ad un seggio… ovviamente il modo più rivoluzionario di…..uscire dall’Europa gestita dai banchieri del Fondo Monetario Internazionale!). Dunque l’avrà forse saputo casualmente, con abili manovre, magari grazie ai buoni uffici di qualche “agente segreto” democratico e dunque pentito? Invece no! Malauguratamente, contro la propria volontà di certo, si è ritrovato per puro caso a pranzare in ambasciata con l’Ambasciatore Inglese al tempo dei fatti! Ma che ci faceva lui all’Ambasciata Inglese? Beh, la stessa cosa che faceva anche all’Ambasciata Americana, diciamo noi! ( http://www.ilcovo.mastertopforum.net/-vp20446.html#20446 , http://www.ilcovo.mastertopforum.net/-vp20417.html#20417  ) Quello che fanno tutti i politicanti democratici e antifascisti di ogni colore dal 1943! ….tutti casualmente di passaggio, in visita presso i palazzi (NOSTRI) che i “democraticissimi liberatori anglosassoni” hanno gentilmente “requisito”. Ironia a parte, risulta CHIARO e incontrovertibile un fatto: tutti i buffoni che si atteggiano a “politici” o “dirigenti di partito” all’interno delle logiche elettoralistiche di questo putrido sistema antifascista, sono di fatto e da sempre dei servi sciocchi e inutili della plutocrazia internazionale. Questa frase ha perso, se mai li ha avuti, i tratti della retorica mostrando vieppiù la sua crudissima attinenza alla realtà inaugurata nel fatidico 1943 (con la svendita dei cittadini e dello Stato operata dall’indegno “reuccio savoiardo”). La firma del cosiddetto “armistizio” a Cassibile rappresenta un crocevia storico per la nostra storia attuale. Da quel momento, insieme ad un vile pezzo di carta, che sporca la memoria del tributo di sangue versato dai nostri compatrioti, la nostra sovranità nazionale è stata definitivamente abolita! Quello che è stato deciso ignobilmente allora, risulta attivo ed operante ANCORA OGGI, in questo istante. Non si tratta dunque di “fatti storici archiviati”, ma di elementi fondanti l’impalcatura politica criminale che nel tempo presente dispone della vita di noi tutti.

Fatti tanto fondanti che ogni giorno trovano sempre più riscontri, come la recente testimonianza “anonima” (!) della presenza dei Servizi Segreti in Via Fani a protezione delle BR che uccisero Moro (http://www.ilcovo.mastertopforum.net/-vp16360.html#16360), una vicenda dove ancora una volta, come alcune inchieste e libri avevano dimostrato, inglesi e americani avevano avuto un ruolo importante (http://www.ilcovo.mastertopforum.net/il-golpe-inglese-buona-lettura-vt1966.html). Certamente la “prova provata” continuerà a mancare, e tutto rimarrà nel campo delle ipotesi, delle congetture seppur concrete e verosimili. E’ chiaro che questo “ente” da sempre privo di sovranità è stato ed è gestito in un tragico gioco delle parti da DUE soggetti,  con influenze diverse ed asimmetriche, dove chi ci ha rimesso tutto sono stati i cittadini, colpevoli però di non aver saputo far altro che muggire come buoi consenzienti avviati al macello.

Ed in tutta questa sporca commedia, la parte più “divertente” la svolge il “rivoluzionario della domenica” Grillo. Senza ritegno “svela” il segreto di pulcinella, ma del compito che egli svolge come tutti gli altri politicanti, proprio su mandato di chi lo ha “invitato a pranzo”,  al fine di azzerare la vita dei cittadini davanti a un misero piatto di lenticchie, NO, di questo non parla. Del resto per lui è normale obbedire alla consegna, egli insieme all’altro “giovane” ex sindaco di Firenze, rappresenta infatti la “novità gattopardesca” che gentilmente i nostri “tutori” anglosassoni ci hanno propinato. Sono gli altri pupi, quelli in via di rottamazione, che ormai la vera “Casta” non vuole più. Essa, del resto, fa quello che ha sempre fatto: li usa, pur disprezzandoli, e quando non servono più… spariscono … godendosi le prebende guadagnate al servizio infame di chi li ha stipendiati davvero… col sangue del popolo bove!

Ancora una volta ribadiamo a chiare lettere … ECCOVI SERVITA LA REPUBBLICA DELLE BANANE ANTIFASCISTA! … FESSO CHI VOTA!

 RomaInvictaAeterna

Annunci

2 commenti su “Un paesotto a sovranità azzerata dal 1943 ? … “yes we can”!

  1. Ritengo il M5S l’unico movimento in grado di dare una scossa al sistema partitocratico in Italia . I neofascisti, quando hanno avuto la possibilità di governare, si sono dimostrati incapaci, corrotti e opportunisti. Sono uscito dal M.s.i. nel 1973,schifato dalla politica di Almirante, e da allora non voto, anche se la tentazione di votare il M5S è forte.
    Sursum corda!
    Luigi

    • Hai ragione, i cosiddetti “neofascisti”hanno dimostrato non solo di essere degli incapaci corrotti, ma quel che più conta di essere la quinta colonna dell’antifascismo anglosassone, servi dei padroni! Ma la storia con i 5 stelle non differisce molto, se avrai la pazienza di leggere quel che scrivemmo in tempi non sospetti riguardo Grillo ed il suo gruppo, vedrai che anche loro costituiscono la contromossa elaborata dal sistema antifascista per imbrigliare e contenere il malcontento della massa…
      http://www.ilcovo.mastertopforum.net/a-cosa-serve-grillo-a-quello-che-diciamo-noi-vt2373.html
      Senza presunzione alcuna, ma proprio perché anche noi abbiamo sul groppone le nostre esperienze negative,abbiamo compreso che la lotta al sistema antifascista non si vince partecipando alla pappatoria partitocratica ma contestando tale sistema radicalmente e senza accettarne le logiche. Ortodossia fascista netta, dunque, immersione totale nella dottrina e diffusione a tappeto dei suoi contenuti…senza possibilità alcuna di commistione con logiche partitocratiche. Non esiste e non può esistere Fascismo alcuno dentro la repubblica delle banane antifascista.
      Bisogna formarli ex novo e senza inclinazioni a compromessi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: