Lascia un commento

Fermiamo la distruzione dei Popoli! Egitto e dintorni…

L’Egitto è ormai distrutto.
Distrutto nel suo tessuto Sociale e Politico. Distrutto fin quasi nella sua Storia.
E’ chiaro che l’Egitto “contemporaneo” non fosse un paese né libero, né indipendente. Ma almeno, a livello sociale, conservava una pur minima parvenza di coesione. La conservava non grazie al potere costituito, ma nonostante esso. Grazie alla propria cultura, che ancora in qualche modo resisteva.

L’attacco frontale per la distruzione totale dei popoli non può che arrivare alla distruzione della Cultura dei Popoli, che è il vero fondamento dell’unità di questi ultimi. Dove non esiste una Cultura Unitaria, o dove viene distrutta, i popoli sono assoggettati con facilità.

L’Egitto, come la Libia, la Tunisia, la Siria, è teatro dello svolgimento di questo progetto distruttivo. Il “regista” di questo progetto è sempre “lui”: il cosiddetto “occidente civile e democratico”, rappresentato “formalmente” dal governo Statunitense. Il quale, però, è burattino di veri registi. Gruppi economici e di potere “occulto”. Alla fine la “Lotta” per la “supremazia” a questo si riduce: alla supremazia ECONOMICA, per ottenere la quale TUTTO diventa relativo e ogni “stato” agisce in funzione di tale obiettivo. OGNI STATO, dico. Le “differenze” si vaporizzano davanti a questo fine! Lo abbiamo visto anche in Siria!

In questo progetto distruttivo, ci sono anche “aiutanti inconsapevoli”. Sono i Popoli! I quali si “lasciano” distruggere, acconsentendo alla divisione. Divisione in atto, ora, in Egitto. Divisione che sta portando allo scollamento delle radici Culturali Egiziane e alla logica della “vendetta trasversale e cieca”, che sta colpendo, dopo aver ricevuto il colpo dal Governo, le minoranze religiose Cristiane in primis, ma anche le minoranze CONFESSIONALI Islamiche non allineate alla Fratellanza Musulmana..e viceversa. Insomma: dal Governo il primo colpo; il secondo è la Guerra Civile intestina! Guerra Civile che è basata su NULLA! Perché L’Egitto si sta dividendo? A causa di cosa? Si stanno forse scontrando visioni diverse del mondo e dello Stato in Egitto? Non risulta. E la cosa è grave. Si stanno scontrando delle “sfere di influenza”! Questo sì. Che si contendono il primato.

C’è da notare un fatto. La cosiddetta “resistenza” pro-Morsi, veriegata ma finalizzata allo stesso obiettivo del suo impossibile ritorno, NON VIENE FINANZIATA. La “vittoria”, se di questa si può parlare in un paese dilaniato, delle forze Militari-Governative è possibile per questo! A differenza della Tunisia, della Siria, della Libia, la cosiddetta “opposizione” pro-Morsi (perché la precedente, quella anti-morsi, è teoricamente attualmente vincente) non sta ricevendo finanziamenti, non è stata armata né tantomeno organizzata dall’estero! L’Estero (e per estero si intende l’ “occidente” ), invece, al di là dei proclami di segno contrario che NON VENGONO SAGGIAMENTE messi in atto, o almeno non in modo diretto ( http://www.repubblica.it/esteri/2013/08/21/news/egitto_el-baradei_accusato_di_tradimento_dal_golfo_miliardi_di_dollari_di_investimenti-65064276/ , http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-08-19/egitto-soldati-uccisi-bomba-085242.shtml?uuid=AbdMwUOI ), finanzia e supporta l’Esercito Egiziano, DOPO AVER FINANZIATO E SUPPORTATO MORSI. Il che significa che l’Egitto NON SARA’ una nuova Siria, né una nuova Libia!

Purtroppo l’Egitto è stato il teatro di “prova” della strategia della cosiddetta “Primavera Araba”. Più che altro della possibilità di espansione TOTALE di tale “primavera”, come era stato promesso alla Turchia. La vera Base di queste “rivoluzioni primaverili” ( http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-08-21/sconfitta-bruciante-erdogan-064225.shtml?uuid=AblCy1OI ). La Nato, l’ “occidente” , ha operato un cambiamento NETTO di strategia politico-militare dall’avvento di Obama. Ha preferito mantenere un DOPPIO PROFILO, con la partecipazione non più diretta, ma indiretta e esterna alle vicende delle “zone” di interesse.
L’attuale “prova” ha mantenuto aperte tutte le porte necessarie. Infatti, se anche l’Egitto si Turchizzava, bene. Altrimenti MEGLIO. Poiché le due porte erano e sono entrambe supportate dalla Nato. Sia la versione Turca dell’Islam, attraverso la quale Obama sta cercando di “domarlo” a proprio favore (PAGANDOLO ovviamente), sia quella “conservatrice” dei governi cosiddetti “laici classici” (stile Assad), ottiene il medesimo risultato!

La riapertura della prima “porta”, quella classica, è stata resa possibile grazie al FALLIMENTO Politico di Morsi. Che si è effettivamente dimostrato INCAPACE di mantenere il doppio profilo politico, simile al partito AKP Turco ( http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-08-20/fondamentalista-guidava-morsi-124606.shtml?uuid=Ab1R0pOI ). Tutte le sue azioni politiche, proclamate e mai attuate, anzi sconfessate, hanno la colpa diretta dell’attuale situazione drammatica! La sua inesperienza, come quella del Partito della Fratellanza Musulmana egiziana, hanno dato il colpo di grazia al suo stesso governo! La realtà è che Morsi voleva effettivamente ottenere un Governo Islamico Radicale, ma a differenza di Erdogan, che lo ottiene con furbizia e con una politica interna e soprattutto estera che paga e si fa ripagare dall’occidente, lo stava impiantando senza nessun “filtro”, senza gradualità e senza applicare la tattica del “doppio profilo” (unico motivo per cui ha ricevuto l’appoggio dell’Occidente). Questo, non altro, è stato il requiem per il suo governo! E poi per l’Egitto!
E sempre I SOLDI, e il POTERE, che è il vero motore di queste espressioni politiche e purtroppo RELIGIOSE che si lasciano guidare dall’improbabile connubio tra materialismo e spiritualismo (similmente a quello che avviene nel Cristianesimo Occidentale!), sono alla base degli sfaceli operati dalle varie parti in causa…

La situazione in Egitto si stabilizzerà ( http://www.corriere.it/esteri/13_agosto_18/egitto-fratelli-musulmani-nuova-protesta_fcc27144-07da-11e3-94cf-bf30b20ea299.shtml ), a buon pro anche di Israele (meglio un Egitto “conservatore” dello Status Quo, piuttosto che una Turchia a pochi metri da casa!).
E’ unicamente l’incapacità dei Partiti Islamici filo-turchi di DOMARE il tipo di islamismo inviso all’Occidente, che farà tenere aperta ancora la porta “classica”… Ed è per questo che Assad, per esempio, non è ancora stato abbattuto!
Abbiamo già detto che gli stessi creatori di questi disastri nazionali, potranno, magari un domani, pagare i vecchi nemici per non essere tolti di mezzo… E POI FARSI RIPAGARE di aver avuto salva la vita!

Del resto sono gli stessi “pupazzi”, amici di prima, poi nemici, poi eventualmente di nuovo amici, che si fanno strumentalizzare ! Sono sempre ricattabili, e il loro fine non è mai stato il bene dei propri Popoli (Libico, Siriano, Iraqeno, Afgano, ecc,ecc)… MA LA SUPREMAZIA.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: