Lascia un commento

MENZOGNA, INGANNO, IPOCRISIA: I PILASTRI CHE SORREGGONO LA “DEMOCRAZIA” !

Risultati immagini per dissimulazione

Cari lettori e simpatizzanti, come vi abbiamo ampiamente mostrato nella nostra attività pubblicistica, anche di recente, l’ignobile sceneggiata tragicomica montata a livello globale purtroppo prosegue, secondo quanto già prestabilito nei piani dell’agenda pluto-massonica mondialista. Essa si svolge sotto gli occhi di una cittadinanza che “non vede” (o meglio, non viene messa in grado di osservare la sostanza della realtà che ci circonda), anche in virtù del fattivo contributo dei cosiddetti partiti “populisti”, cioè quelle forze politiche che presumibilmente avrebbero dovuto mettere le cose in chiaro e “attuare la rivoluzione del cambiamento”. Invece, come avevamo ampiamente pronosticato in tempi non sospetti, addirittura con anni di anticipo (qui), semplicemente usando la logica di chi osserva la realtà dei fatti senza lenti ideologiche preconcette e deformanti, tale agognata “rivoluzione del cambiamento”, a chiacchiere perorata negli ultimi anni da tanti personaggi, balzati agli onori della cronaca come “voci schiette delle esigenze del popolo” (quali il greco Tsipras, esempio paradigmatico), altro non si sono dimostrate che  manovre politiche pianificate e incentrate sull’inganno globale, atte ad incanalare e addomesticare il malcontento popolare, gli umori e gli istinti di sopravvivenza della massa (mentalmente narcotizzata dall’asfissiante propaganda informativa falsa e tendenziosa dei media asserviti alla finanza pluto-massonica) ormai ridotta al rango di mandria di animali da soma placidamente condotta al macello dai propri carnefici.

All’interno di questo scenario da operetta, si inseriscono immancabilmente le menzogne a base di “strida” pro o anti immigrazionistiche e pseudo-populistiche attuali, che nel cinematografo d’accatto a cui è ormai ridotta la politica italiana, dovrebbero fare da pseudo-contraltare. Come avevamo anticipato (qui), le “terribili minacce del governo del cambiamento”, pervenute immantinentemente alle “commissioni europee”, hanno ottenuto… un bel niente (qui)! Anzi, no! …meno che niente! Infatti, le deportazioni dei nuovi schiavi NON SONO MAI STATE SOSPESE. La cosiddetta “chiusura dei porti”, ha generato la partecipazione più attiva e diretta degli pseudo-militari italyoti, per cui i deportati possono usufruire adesso anche della garanzia dello stesso “presidente della repubblica” (qui), e di “validi” uomini del “governo del cambiamento”, così i “populisti rivoluzionari” proseguiranno nello spargimento dei soliti quintali di …aria fritta raffreddata!

A fronte della “distribuzione” di qualche decina di “migranti” (come gli uccelli…), un po’ qui un po’ lì, la macchina della propaganda disinformativa ufficiale prosegue nella propria opera di inganno, e nel frattempo i deportati vengono smistati e immessi negli “ambiti” che devono essere colonizzati, secondo quanto previsto dal “piano Kalergi”. Come abbiamo chiarito, gli obiettivi di questa deportazione di massa sono di medio e lungo termine. A medio termine si vuole destabilizzare le società di “approdo”, aumentando a dismisura l’ingresso di manodopera a basso costo, illegale, aumentando altresì l’attività criminale e paramilitare gestita direttamente dai luoghi di origine (qui). Non dimentichiamo che tali attività concorrono nelle tecniche di “strategia della tensione globale”, di cui abbiamo già parlato, sempre utili a “destabilizzare” a comando scenari politici specifici, per scopi di egemonia planetaria, ovvero stabilizzare il potere costituito, incentrato sul modello demo-liberale di marca atlantica, ossia incentrato sull’egemonia statunitense. In questo modo si è in grado di utilizzare ogni arma prima per “creare” e poi per “risolvere” (con gli “strumenti democratici” che ben conosciamo) gli immancabili problemi interni: dissesti economico-sociali, violenze popolari, ecc., strumentalizzando moralisticamente il disagio sociale appositamente creato. A lungo termine, si lavora per l’instaurazione dell’anarchia culturale e identitaria, prendendo quale esempio il già collaudato modello americano, al fine di ABOLIRE l’identità delle nazioni europee (QUI), con un processo di sostituzione diretta e graduale, una “ibridazione” che annulli e cancelli quella che un tempo rappresentava la culla della civiltà e il faro del mondo.

Mentre questi fatti si svolgono sotto gli “occhi chiusi” degli europei, mentre negli U.S.A. il cosiddetto “uomo nuovo” Trump sta operando esattamente come gli hanno demandato le lobby finanziarie e come, a sua volta, egli ha demandato ai suoi “pupi” nel vecchio continente (d’altra parte il servo si vede dal padrone), altrove, grazie all’ipocrisia dominante nelle cosiddette democrazie occidentali e con la benedizione dell’intellighenzia radical-progressista globale, si concretizza un processo politico diametralmente opposto, precisamente in quella che era un tempo la Palestina, dove si dipana la matassa israelo-palestinese secondo modalità ampiamente prevedibili: il “parlamento israeliano”, infatti, ha decretato per legge che “Israele è esclusivamente lo stato-nazione degli ebrei” (qui). Così, mentre le vere notizie che costituiscono questioni “reali”, quelle che mostrano gli obiettivi concreti a medio e lungo termine degli oligarchi pluto-massoni egemoni, sono volutamente coperte da quintali di caos artatamente indotto, e così, mentre nelle società occidentali del cosiddetto “mondo libero e democratico” si discute pubblicamente solo di diritti inalienabili (o presunti tali) per alcune specifiche categorie quali “omosessuali, nomadi, migranti”, nel resto del mondo l’agenda di fagocitazione dell’umanità nel tritacarne del consumismo apolide turbo-capitalista prosegue senza soste. Tali sono state le manovre partite dagli U.S.A., riguardo la Siria e l’Iran, con l’inizio delle cosiddette “primavere arabe”, con il fattivo aiuto della Turchia e che proseguono a tutt’oggi attraverso altri metodi con il “rivoluzionario Trump”. Tali sono state le accuse rivolte al Governo legittimo del popolo Siriano, rivelatesi ovviamente false (qui), in più riprese, per arrivare a mettere in ginocchio gli ultimi cenni di vita di quella martoriata nazione. Adesso, paradossalmente proprio nel momento politico in cui si vuol cancellare l’identità nazionale di ciascuno dei singoli stati europei, nello stato sionista, invece, si decreta addirittura la “legge RAZZIALE” secondo cui ISRAELE è esclusivamente una NAZIONE EBRAICA (qui) e la sua capitale “unita” è solo Gerusalemme (vi ricordate che il “rivoluzionario Trump” aveva già operato in tal senso? qui). Questi sono gli obiettivi reali della destabilizzazione mondiale: garantire ai gruppi pluto-massonici internazionali l’egemonia mondiale, attraverso la speculazione finanziaria incentrata sull’espansione di strumenti di controllo e oppressione delle masse, tali da rendere il continente europeo ed il Nord America un immenso mercato di consumo delle merci, rendere l’Africa e il vicino oriente (con l’importante “appendice” centro e sud americana)  una specie di “cassa continua” da cui prelevare ricchezze materiali e risorse umane, favorendo l’espansione del sionismo da un lato e del wahabismo dall’altro, due facce della stessa medaglia; utilizzare l’estremo oriente come fabbrica planetaria incentrata sulla manodopera a basso costo di beni economicissimi di bassissima qualità, trasformando così il nostro pianeta in un immenso immondezzaio inquinato a livelli tossici. Ma per fare ciò, il turbo capitalismo della finanza apolide pluto-massonica ha necessità di eliminare per sempre anche solo il ricordo della tradizionale civiltà euro-mediterranea, che costituisce l’ultimo ostacolo affinché tale mostruoso piano di egemonia politico-finanziaria globale sia definitivamente ed irreversibilmente attuato.

Stesso discorso va fatto per l’agenda politica. Essa è mirata a sviluppare e diffondere l’abbrutimento morale e materiale delle persone, soprattutto, per quel che più direttamente ci riguarda, degli europei, che in qualità di italiani, francesi, spagnoli, greci, tedeschi, ecc. ecc. vanno cancellati. Il che significa che la stessa questione sulla “brexit sì – brexit no” (qui, e qui), sulla permanenza nella cosiddetta U.E., sulle presunte quanto falsissime “uscite di sicurezza”, ecc., ecc., non sono altro che specchietti per le “allodole fesse”, in quanto che ci sia una Unione Europea guidata dalla finanza residente a Berlino oppure a Londra, che ci sia o meno una “Brexit”, che ci siano o meno una B.C.E. o una Banca centrale con sede a Londra, l’obiettivo a lungo termine resta esattamente sempre la CANCELLAZIONE DELLA CIVILTA’ EURO-MEDITERRANEA. La tecnica ormai rodata, lo ripetiamo, è quella di creare dal nulla prima dei falsi problemi seguiti poi da altrettanto false “soluzioni”, procedenti sempre insieme, di pari passo, proprio per eterodirigere meglio i cittadini degradati al rango di “buoi da macello”. Dunque, anche le buffonate sulle pseudo critiche mosse da parte degli U.S.A. alla loro diretta creatura politica, ovvero alla cosiddetta U.E., alla luce di quanto scritto, fanno parte di uno sceneggiato ben studiato. Insomma, l’agenda politica della finanza apolide prosegue sempre e con tali metodi proseguirà ugualmente sotto tutte le forme che gli stessi pluto-massoni al comando vorranno darle in futuro… in breve, tutto teatro!

Per questo, ancora una volta, ribadiamo il concetto che la nostra speranza risiede nell’unica soluzione al caos globale indotto dalla plutocrazia mondialista attualmente imperante. Essa è rappresentata dall’Ideale che della Civiltà Europeo-Mediterranea è il solo verace alfiere, costituendone, sul versante politico, l’universale fondamento romano e cattolico: IL FASCISMO!  …per orbis unionem sub Lictorii signo!

IlCovo 


LA NOSTRA IDENTITA’FASCISTA!

LA NOSTRA IDENTITA’FASCISTA!

LA NOSTRA IDENTITA’FASCISTA!

LA NOSTRA IDENTITA’FASCISTA!

LA NOSTRA IDENTITA’FASCISTA!

LA NOSTRA IDENTITA’FASCISTA!

LA NOSTRA IDENTITA’FASCISTA!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: